Archive for febbraio 2010

Compiti per le vacanze :-)

febbraio 27, 2010

Eccoci dunque alla metà di Labor Limae.
Complimenti a tutti e tutte per quello che siete riusciti a fare in solo cinque giorni… ogni volta che vengo a Lacedonia, sono sempre il primo ad imparare.
Non vedo l’ora di tornare per la seconda tranche. Sarà bello venerdi fare lezione in piazza, in mezzo alla neve 🙂

Questa prima tranche del corso ha prodotto tre “pezzi” di narrativa:

1) I “che bello”. Ce li ho già tutti, e saranno postati su questo blog, uno al giorno, a partire da lunedi.

2) I racconti, nella loro versione definitiva. Li ho QUASI tutti. Chi non me l’avesse consegnato nella chiavetta USB venerdi, me lo mandi al più presto, in una email indirizzata a me e in copia a Irene.

3) Il racconto comico-umoristico. Dovranno essere mandati a me, e in copia a Irene, entro il 5 marzo.

Dalila e Denise: lavorate sulla storia del prof. di latino, portatela avanti a soprattutto chiudetela, con gag più fitte.
Victoria, Graziana, Aurelia e Angela: continuate il vostro “Scary Movie”, cercando di eliminare i punti morti (ci deve essere una battuta o una gag praticamente ogni riga).
Roberta M: vanno benissimo le “istruzioni per l’uso”. Scegli un altro paio di esempi dai tuoi “101 modi” e fai le istruzioni anche di quelli.
Luciana, Cinzia, Roberta C. e Michela: avete deciso di lavorare sulla storia dell’orfanatrofio? A me sembra buono.
Emel, Zaira, Antonella B.: o portate avanti il vostro racconto di gruppo, oppure ognuno porta avanti quello originario.
Chiara: il brodino!
Antonella C: mettiti in un gruppo che fa qualcosa che ti piace, oppure porta avanti il racconto della ballerina di lap-dance.
Gerardo: riscrivi il tuo pezzo levando i riferimenti interni alla scuola.
Nico: vai con “Totti” e altri episodi!
Maria Giovanna: prendi “Cena di gala” e sviluppa quello, da capo.
Luca: o porti avanti il tuo racconto originario sull’autista Cieco, o ti aggreghi a Maria Giovanna.

Una specifica: “mandare i racconti” significa scrivere i racconti in un file word, e mandare una mail allegando il suddetto file.
(non, per intenderci, scrivere il racconto direttamente NELLA mail).

Ciò detto, veniamo ai compiti per le vacanze:

1) leggere “su al Dix”

2) guardare “Little Miss Sunshine”

3) scrivere un racconto (genere: DECIDETE VOI. Comico, drammatico, autobiografico, giallo, rosa, noir, sexy, fantasy, fantascientifico, quello che vi pare. Lunghezza: come vi pare) a partire da UNO dei vostri “voglio urlare al mondo che”. Sceglietelo voi.
La vostra frase potrà essere l’incipit, o il titolo, o una battuta di dialogo diretto all’interno del racconto, o il finale, o anche non comparire affatto: l’importante è che quella frase ne rappresenti l’URGENZA NARRATIVA.

I fogli con i vostri “voglio urlare al mondo che” ce li ho io, per cui dovete mandarmi una mail dicendo, ad esempio: “ciao, sono Luca, questa è la mia mail”. Così io li batto al computer e ve li mando nella risposta.

Questi racconti dovranno essere inviati a me, e in copia a Irene, entro il 10 marzo.
Anche se mi avete mandato il racconto comico il 5 (ma cercate di farlo prima), per scrivere quest’altro racconto avete cinque giorni… bastano e avanzano.
Non dovrà essere lunghissimo: l’importante è che curiate la trama, i personaggi, il linguaggio, la sintesi, l’incipit, e tutto quello che abbiamo visto in questi giorni.

Credo che per ora sia tutto.
Vi faccio fare tante cose perché, vi accorgerete, si impara a scrivere SCRIVENDO. Molto più che sentendo me che parlo.

Vi abbraccio, a prestissimo,
Pierpaolo.

P.S. Chi di voi ha questioni in sospeso, tipo che vuole lavorare sui racconti originari, o ha domande/dubbi/richieste di consigli/qualsiasi cosa, sentiamoci per telefono o per email.

Annunci

SI RICOMINCIA!

febbraio 11, 2010

Mancano ormai solo undici giorni all’inizio di Labor Limae, il corso di tecniche della narrazione che prosegue il lavoro iniziato con “Login” a marzo del 2009.

Le novità rispetto all’anno scorso saranno molte: principalmente, il tempo. Login durava cinque giorni; Labor Limae durerà il doppio. Aggiungendo poi il corso di teatro “On The Stage”, che terrò sempre io (nel quale esploreremo  i territori del teatro della narrazione, naturale sviluppo della narrazione scritta), arriveremo al triplo.
Quindi avremo molto più tempo per approfondire le questioni, studiare qualche tecnica nuova (come, nella prima settimana, la scrittura comico/umoristica) e, soprattutto, andare a fondo della nostra urgenza letteraria.

Un’altra novità sarà data dal fatto che l’ottimo Dario Folchi non sarà con noi; la sua assenza è più che giustificata, la prossima volta ci sarà, bacia e abbraccia tutte.
Sarete tutti/e interamente nelle mie mani, da fine febbraio a metà aprile. Questo sicuramente non gioverà alla vostra salute mentale, ma ci divertiremo 🙂

Una terza novità riguarda il corso di teatro, e si verificherà ad aprile. Ma di questa forse è il caso che ve ne parli di persona.

La prima settimana, 22-26 febbraio, ripasseremo i fondamentali (inizieremo a parlare di “struttura”, per poi approfondirla a marzo, per cui mi raccomando guardate “L’Attimo Fuggente”), lavoreremo sui vostri racconti, ne scriveremo degli altri, parleremo di comicità, e inizieremo a lavorare sull’editing.

Insomma un sacco di roba. State pronti/e e iniziate a scaldare i motori.
Per qualsiasi dubbio/domanda/commento/qualsiasi cosa, sono a vostra completa disposizione fin d’ora. Scrivetemi o qui sul blog, o per email.

A prestissimo,
Pierpaolo.